» Francia » Île-de-France » Parigi » Basilica di Saint-Denis, la tomba dei re Francesi

Basilica di Saint-Denis, la tomba dei re Francesi

Tutti i turisti visitano Notre-Dame-de-Paris, molti di loro visitano altre antiche chiese di Parigi. Ma significativamente meno persone raggiungono la cattedrale principale della Francia, l’abbazia di Saint-Denis. Nel frattempo, questa cattedrale non fu costruita solo nel XII secolo, ma è anche il primo edificio in stile gotico, che in seguito si diffuse in tutta Europa.

Puoi prenotare i biglietti per la Basilica qui.

» Scopri di piùLe migliori chiese di Parigi

Come visitare la Basilica di Saint-Denis?

L’indirizzo è 1 Rue de la Légion d’Honneur, Saint-Denis, Francia

Per raggiungere la cattedrale dal centro di Parigi, si può prendere la linea 13 della metropolitana, fino alla stazione Basilique St Denis, oppure prendere i treni suburbani RER linea D, fino alla fermata Saint Denis.

Dal 1° aprile al 30 settembre:

Lunedì–venerdì — dalle 10:30 alle 18:45
Domenica — dalle 12:00 alle 18:15

Dal 1° ottobre al 31 marzo:

Lunedì–venerdì — dalle 10:00 alle 17:15
Domenica — dalle 12:00 alle 17:15

(gli orari saranno visualizzati al momento della prenotazione).

La Basilica è chiusa durante le funzioni religiose, il 1° gennaio, il 1° maggio e il 25 dicembre.

Si può visitare la cattedrale gratuitamente fino alla parte dell’altare.

Per visitare le tombe dei re, la collezione di sculture e l’intera necropoli, è necessario acquistare un biglietto.

Il costo del biglietto per adulti è di 9,50 €, per tutti sotto i 18 anni l’ingresso è gratuito.

Presso la biglietteria sul lato destro della cattedrale è possibile trovare opuscoli informativi in diverse lingue.

I biglietti possono essere acquistati direttamente dal nostro sito:

La tomba dei re

Il primo tempio in questo sito è stato costruito nel V secolo, ma non è rimasto nulla. La cattedrale esistente fu costruita nel 1137–1144, e la parte di altare è situata esattamente nello stesso posto. Secondo la leggenda la tomba di S. Dionigi si trova esattamente lì sotto il tempio. Fu decapitato dai romani durante le persecuzioni cristiane.

Nel corso dei secoli della sua esistenza, la Cattedrale di Saint-Denis è diventata il luogo di sepoltura per 25 re di Francia, le loro regine e figli, il che significa quasi tutti i monarchi locali. Nella necropoli, per decreto del re Luigi IX, sono state installate 16 lussuose tombe. Ognuna di queste è una struttura complessa in forma di cattedrale gotica indipendente o di sarcofago decorato di lusso con figure di santi intorno al perimetro.

Durante la Rivoluzione francese, la tomba fu devastata e i resti reali furono gettati nel fiume. Anche se in seguito sono stati raccolti, sono stati collocati in un ossario, e le lussuose tombe sono state vuote da allora.

» Scopri di piùI cimiteri più famosi di Parigi

Architettura della Basilica di Saint-Denis

Come molti templi medievali, la prima abbazia di Saint-Denis fu progettata come una piccola fortezza, in cui le funzioni di una chiesa erano combinate con un castello difensivo. Tuttavia, le sue imponenti mura non potevano resistere all’attacco delle truppe del re Sigebert, e nell’VIII secolo la chiesa fu distrutta e poi ricostruita in più fasi. L’aspetto moderno della cattedrale è stato creato durante il regno di Carlo Magno, quando in realtà un nuovo tempio è stato costruito su antiche rovine.

La Cattedrale di Saint-Denis ha svolto un ruolo chiave nella storia dell’architettura. Il nuovo stile architettonico conquistò prima tutta la Francia e poi l’Europa. Per molti versi, questo è il merito dell’abate Suger, che ha trascorso tutta la sua vita tra le mura di Saint-Denis. Fu colui che è considerato l’inventore dello stile architettonico, che in seguito sarà chiamato «l’architettura della luce.»

Inizialmente, il tempio aveva due torri, ma l’alto campanile non sopravvisse alla rivoluzione.

Per la decorazione interna della cattedrale sono stati invitati i migliori maestri europei. Il pavimento a mosaico intarsiato è stato ordinato in Italia, gli eleganti utensili d’oro sono stati realizzati da maestri gioiellieri dalle rive del Reno e dall’Inghilterra, sculture in pietra sono state fatte da intagliatori della Borgogna.

La costruzione dell’abbazia introdusse una moda per le vetrate colorate utilizzando la tecnica della «grisaglia», quando il dipinto era fatto con il colore nero su vetro fumé incolore e per i dipinti della trama su vetro colorato. I migliori artigiani della Piccardia sono stati invitati a lavorare sul vetro nella cattedrale stessa, che hanno fatto enormi tele di vetro per questo, per lo più in toni blu profondo. Tutti sono uniti in un’unica storia che racconta gli eventi della Prima Crociata e la visita di Carlo Magno in Terra Santa.

» Scopri di piùMusei di Parigi: Top 20

Come rendere la tua visita ancora più eccitante?

  1. Vieni al mattino e preferibilmente in tempo soleggiato. Avrai la possibilità di godere dei trucchi della luce delle vetrate sulle pareti della cattedrale.
  2. Leggi un libro di Maurice Druon o guarda la serie Cursed Kings prima della visita. Incontrerai molti personaggi nella necropoli.
  3. Non cercare lussuose lapidi di «re famosi», questa aspettativa non si avvererà. San Luigi aveva, come lo descrivevano i suoi contemporanei, «la bara più bella del mondo», ma a causa della «santità» di Luigi e della sua tomba, furono dati via per le reliquie. Un altro Luigi, il re sole, costruì la magnifica Versailles, ma la moda per le enormi e costose lapidi era già passata da un pezzo. Non c’è oro a Saint-Denis.

L’Abbazia di Saint-Denis è davvero un luogo straordinario, che lega strettamente la realtà moderna con una storia così antica che nella nostra mente è quasi una favola. Dovresti assolutamente visitare questa leggendaria chiesa.

Buon viaggio a Saint-Denis!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.